JoomlaTemplates.me by WebHostArt
  • Sede - Plesso est
    Sede - Plesso est
  • Sede - Plesso ovest
    Sede - Plesso ovest
  • Sede - Cortile
    Sede - Cortile
  • Sede - Esterno
    Sede - Esterno
  • Sede - Ingresso
    Sede - Ingresso
  • Succursale - Cortile
    Succursale - Cortile

Una Notte al Liceo - Commenti 2013

locandina-notte-bianca-2013

"Un momento per vivere la scuola oltre la lezione, per reinventarla, per costruire lo spazio che vogliamo, un luogo di confronto e di crescita." Una Notte al Liceo 2013

"Fino a ieri era solo un sogno... In questa serata il sogno si è avverato" (Michele Giorgio)

"Una notte al Liceo è uno dei momenti più belli mai visti al Quasimodo, contro ogni aspettativa un successo incredibile, oltre 1200 persone, e una serata magnifica. GRAZIE A TUTTI!" (Cristian Tracci)

"L'unica e ultima volta dove per entrare a scuola c'è una fila da 50 persone.  #Una notte Al Liceo. Thanks very much people" (Tommaso Colombo)

"Grazie a tutti, serata indelebile!" (Riccardo Camoletti)

"Questo è il Quasimodo che amo: un luogo dell'anima in cui tante persone (e uso un termine che ci racchiude tutti: ragazzi, adulti nelle varie categorie: genitori, ata, prof., presidi del presente e del passato, assessori, sindaci, uomini di buona volontà) hanno il coraggio e l'entusiasmo di ESSERE una scuola diversa, di credere che sia POSSIBILE una scuola diversa, di buttare il cuore al di là di una barricata (al di là dei fondi, delle paure e delle responsabilità). Quando mi chiedono "chi te lo fa fare": QUESTO me lo fa fare. Ragazzi come Cristian, Michele, Riccardo, Giacomo, Lucrezia, Clarissa e i 100 altri di cui non ricordo il nome, me lo fanno fare. NON parlate male dei giovani d'oggi: laddove il terreno è fertile sanno coltivare i sogni che anche noi abbiamo sognato." (Monica Soldera)

"Un grazie ai nostri ragazzi per la riuscita dell'iniziativa!" (Laura Agnesotti)

"Sono stata lieta di partecipare sabato sera a un'esperienza che mi ha reso ancora più fiera dei miei ragazzi e del nostro Liceo. Mi sembra giusto ringraziare i ragazzi e i genitori, veri protagonisti dell'evento... un grazie a tutti." (Ornella Maltagliati)

"INCREDIBILE! Non ci sono davvero le parole per descrivere quanto siamo riusciti a fare questa sera! ci aspettavamo 150 persone e ne sono arrivate quasi 1200! Un grande successo, un importante traguardo che ha ripagato di tutti gli sforzi e le preoccupazioni...un grazie di cuore a tutti voi che avete partecipato alla NOTTE BIANCA DEL LICEO CLASSICO S. QUASIMODO 2013!" (Luca Toscano)

"Grazie davvero a ogni persona che è venuta e che ha organizzato questa serata!" (Michele Giorgio)

"Sempre più orgogliosa di aver frequentato il Quasimodo. Siete stati bravissimi!" (Anna Magistrelli)

"Riuscite a credere a quante potenzialità abbiamo dimostrato? Quanto possiamo fare? Siamo una bomba, ricordiamocelo." (Pietro Campa)

"Bravi i ragazzi che hanno saputo organizzare questo bellissimo evento unico nel suo genere e che si sono messi a disposizione per fare TUTTO. Noi tutti abbiamo collaborato alla sua OTTIMA riuscita (docenti, collaboratori, genitori, coniugi figli e fratelli di tutti noi) BELLO BELLO" (Simonetta Tumino)

"Rientrare al liceo ieri sera, mi ha ricordato che anch'io un anno fa, sedevo ancora su quei banchi. Una serata memorabile, nello stile del Quasimodo. Siete stati fantastici, Grazie." (Federica Chiella)

"Siete stati veramente fantastici ragazzi... una serata riuscita molto bene con una programmazione seria. Tutti noi che abbiamo collaborato vi diciamo grazie, aiutarvi è stato un immenso piacere… siete splendidi." (Simonetta Tumino)

"Era parecchi mesi fa quando avevamo fatto la prima assemblea. Ci si preoccupava soprattutto del numero di gente a cui non sarebbe interessata questa serata. Ma niente, con la forza di tutti siamo riusciti, grazie ad uno staff impeccabile, a organizzare questa Notte al liceo. Stanchissima ma felicissima di aver passato questa serata in compagnia di tutti i quasimandi! Un grazie particolare a tutti coloro che mi hanno sostenuto durante l'attività del kPop e durante l'esibizione." (Clarissa Como)

"L'idea nasce dalla voglia di partecipazione, di dire la nostra, di esserci, di interessarci a quello che succede attorno a noi. Non ci siamo limitati a una occupazione, un po' di rumore e niente di concreto. Abbiamo fatto una rivoluzione. Abbiamo reinventato, per una sera, la scuola, nella scuola, per la scuola. Una scuola che si apre a tutto il territorio, di sabato sera, il momento della settimana in cui tutti pensano a starle il più lontano possibile. Il nostro concetto di scuola è diverso: accogliente, trasversale nelle nostre vite, viva, appassionata. Abbiamo dimostrato che forse è possibile. Non è stato facile realizzare questo sogno, perché le grandi novità sono sempre guardate con un filo di sospetto. Eravamo sul punto di mollare tutto, rinunciare, desistere. Qualcuno ci diceva che era un progetto perverso, folle, 'ma chi te l'ha fatto fare?'. Ora credo di saper rispondere a questa domanda: me l'ha fatto fare una passione incredibile per questo Liceo, che in 5 anni mi ha dato moltissimo grazie a tutti voi, ad alcuni professori, al Preside Meschini e ad Anna Regolo. Ho litigato con tutti, nessuno escluso, per arrivare qui. Scusatemi. Eppure sono felice di dove sono arrivato. Ieri sera guardando le persone agli ingressi e quelle nei corridoi non mi sembrava possibile che ce l'avessimo fatta e che in così tanti ci stessero aiutando. Un'idea folle, nata una sera in camera, è diventata qualcosa di immenso. Ricordo le prime telefonate a Tommaso, Riccardo e Michele. A voi va il primo grazie per aver sostenuto un sogno, a voi che armati di coraggio e curiosità, con un filo di sospetto, mi avete accompagnato per i primi passi. Io e Tommy tra pochi mesi ce ne andremo, ma voi continuate a crederci! Il secondo grazie, immenso, è per Giampaolo Baroni: senza di lui, sono certo, tutto questo non sarebbe possibile. Ti voglio anche ringraziare per essermi stato da guida in questi tre anni di rappresentanza, per la quantità incommensurabile di email e telefonate che ci siamo scambiati, per la sopportazione dei miei sfoghi, delle mie ansie, per la pazienza, la fiducia e l'appoggio dimostrati. Con orgoglio il nome 'Una notte al liceo' è tuo. Proseguendo nel lungo cammino che ci ha portati al 23 marzo ci sono i ragazzi del comitato organizzativo: Clarissa, sii fiera di ciò che hai fatto perché il live e il kpop sono tuoi e sentirti cantare è stato commovente!, Luca in certi momenti sei stato più convinto di me, sei stato come una molla!, Lucrezia grazie delle stampe, dei fari, ma soprattutto per aver retto al ritorno della mia ansia da evento!, Giacomo per tutta la strumentazione e per aver scoperto che esiste qualcuno che abbia più ansia da evento di me, Gloria grande organizzazione del concorso, ormai ti ho iniziata al palco; ma anche tutti gli altri che in vari momenti hanno supportato, pubblicizzato, aiutato: Campa, Federico, Giuli Daghetta, Canzo, Susanna L., la Mala, Ale, tutti i miei compagni di classe. A tutto il personale ata, segretarie e bidelle, grazie per avermi sopportato nei miei deliri organizzativi in cui c'era sempre qualcosa che non quadrava, le mille telefonate, richieste pressanti e favori (in particolare devo ricordare Assunta!, Antonella2, Silvana, Alfonsina, Myriam, Silvano, Simonetta che ormai è quasi un parente! e Rosaria che ci ha aiutati a pulire tutto fino all'1.30!). Ci sono i genitori, che sono tornati a sognare con noi, a ridere insieme a noi, i papà della sicurezza al freddo tutta la sera, le mamme intraprendenti e fantastiche; Marco Laganà e la prof Minardi, carry on perché abbiamo fatto un gran lavoro, e i ragazzi che hanno raccolto le firme, i ragazzi dei gruppi di giapponese e russo, i ballerini cinesi, tutti i musicisti Giulia, Ariannia, Chiara, Alessandra, i Nice Questions, le ragazze che hanno aiutato la prof Pellegrino, le ballerine di Kpop, il giovane prof Menchetti e Gaia che ha preparato tutto in 2 giorni, grazie!! Ancora ci sono i ragazzi della croce di vittuone, la presidenza, l'amministrazione comunale -Sindaco, vicesindaco, assessore Bevilacqua, Rossana, Eleonora, sig. Crotti-, polizia locale, carabinieri di Magenta, la Questura, Dante Sette per il volantino, i ragazzi dello striscione, insomma vorrei citarvi uno a uno per ringraziarvi ma dimenticherei sicuramente qualcuno! Ai docenti, tra i più e i meno collaborativi, va un pensiero speciale al mio consiglio di classe che ha sopportato le mie assenze dalle lezioni in queste settimane, alla Prof Soldera che ha sopportato il mio pressing, alla Prof Azzini per la presenza perpetua!, alla prof Labria che non ha mai smesso di crederci e si è battuta incredibilmente per noi, al prof Rosso che ci ha dato la carica iniziale, alla prof Agnesotti, alla prof Tosciri, al prof Iovinelli, al prof Uncini, alla prof. Di Caro, al prof Capisani per essere sempre stati dalla nostra parte." (Cristian Tracci)