JoomlaTemplates.me by WebHostArt
  • Sede - Plesso est
    Sede - Plesso est
  • Sede - Plesso ovest
    Sede - Plesso ovest
  • Sede - Cortile
    Sede - Cortile
  • Sede - Esterno
    Sede - Esterno
  • Sede - Ingresso
    Sede - Ingresso
  • Succursale - Cortile
    Succursale - Cortile

Presentazione Comitato Genitori

Non tutti i problemi che ci troviamo ad affrontare quotidianamente trovano la soluzione che vorremmo. A volte però tenacia, spirito di squadra e caparbietà danno i risultati sperati. E’ la fine del marzo 2010 e durante una riunione il Dirigente scolastico del Liceo Quasimodo comunica che il numero di prenotazioni all’indirizzo linguistico ha superato i posti a disposizione, quindi  potrebbe essere costretto a rifiutare alcuni iscritti. I numeri: 112 i posti a disposizione, 174 i ragazzi pre-iscritti. L’istituto non ha posti a sufficienza. Una grande difficoltà per tutti i nostri ragazzi delle classi prime anno scolastico 2010/11, per un banalissimo problema di infrastrutture, in sostanza, mancanza di aule. Mancanza per la quale molti dei ragazzi iscritti avrebbero dovuto trovare una soluzione alternativa non solo alle aule del Liceo Quasimodo, ma al Liceo Quasimodo stesso. Il comitato genitori si è costituito immediatamente. Quello stesso giorno. Proprio perché i genitori che erano lì riuniti reclamavano per i propri figli due semplici cose: il diritto allo studio e soprattutto il diritto di poter scegliere dove studiare. La storia del Liceo Quasimodo era ed è per noi tutti sinonimo di affidabilità, continuità e coerenza, e, proprio ispirandoci a questi elementi abbiamo preteso che i nostri ragazzi avessero un posto proprio lì in quella scuola, a tutti i costi. La mobilitazione che ne è seguita ha permesso non solo di raggiungere lo scopo, ossia avere a disposizione aule per i neoiscritti, ma anche creare coesione e collaborazione tra i genitori. Alcuni rappresentanti del comitato hanno incontrato l’Assessore Lazzati, il Sindaco di Magenta, la Preside del Liceo Bramante, per poter avere quelle aule che mancavano, hanno tormentato con costanza il Preside del Liceo Quasimodo, perché la soluzione era lì, doveva esserci. Per il bene comune, per il bene dei nostri figli, per garantire loro un’educazione di qualità. Siamo diventati una presenza assillante per alcune autorità che hanno “dovuto” tirare le fila di quel che stava succedendo, e a quel punto era difficile inventarsi delle fantasiose scuse, abbiamo preteso una risposta, scritta, che l’assessore Lazzati prontamente ci ha fornito. Abbiamo avuto la garanzia che il prefabbricato con le nuove 8 aule sarà pronto in 60 gg. , pronto per ospitare i nostri ragazzi per il nuovo anno scolastico. Dai sopralluoghi in effetti il prefabbricato sta crescendo poco a poco, e anche tutti i problemi di quotidiana difficoltà sono stati o stanno per essere risolti. A questo punto potremmo metterci tranquilli e bearci del successo, ma il Comitato ha deciso di continuare il percorso iniziato e provare ad affiancare l’Istituto nei problemi legati al territorio per cercare o sostenere le soluzioni legate al suo sviluppo, attraverso l’impegno e le energie di tutti i genitori che ne fanno parte. Anche perché se le richieste di iscrizioni al Quasimodo nei prossimi anni dovessero incrementarsi, come ormai puntualmente avviene, il problema si ripresenterebbe e non solo per le prime classi. Vorremmo continuare a essere un sostegno per i nostri ragazzi e per il Liceo, informando e formando i genitori (anche per gli anni a venire) dei propri diritti e doveri, diventando interfaccia attiva tra famiglia e scuola. In fondo è sempre l’unione che fa la forza, e i primi risultati ottenuti lo dimostrano ampiamente.

Comitato genitori